domenica 28 dicembre 2014

A sfiorare i ghiaccioli delle Gorge

In questi giorni la casa ospita un gruppo di ragazzi torinesi, della Parrocchia dei Beati Parroci.
Si aspettavano tanta neve ma si sono risvegliati con un sole smagliante e un panorama che invitava a fare due passi.
E così, due più due, quattro passi sono stati.
Fino alle Gorge della Reina (qui trovi la scheda con il percorso).

Qualcuno se le ricorda ancora con i cumuli di neve, nel mese di giugno, che ostruivano addirittura il passaggio di questo canyon caratteristico; si passava a testa bassa nel tunnel che l'acqua si scavava dentro la neve (ma questo succedeva circa...40 anni fa).
Invece oggi le Gorge erano così (clicca per vedere l'albumo di delle foto) gelate e affascinanti,

lunedì 22 dicembre 2014

auguri: Buon Natale

Ci siamo, il Natale è arrivato, adesso nel presepe tutti i personaggi sono pronti  per la Notte Santa!
A tutti i nostri amici inviamo i nostri più sentiti 

Auguri di  Buon Natale e Felici feste!

                                                         presepio collocato nel cortile di ingresso della Casa Alpina Champagnat

lunedì 8 dicembre 2014

A grandi passi verso il Natale

Entracque ha un fascino speciale nei giorni di Avvento, all'Immacolata, insomma, poco prima di Natale; le montagne si sono appena agghindate con una spruzzatina di neve, in attesa del manto serio, quello che arriverà tra qualche giorno; il freddo inizia a farsi sentire, le foglie scricchiolano sotto i passi. Una rapida visita in questi giorni lascia sicuramente il segno.
Per accorgersene meglio abbiamo arricchito la nostra webcam di un servizio ulteriore, quello di poter vedere il rapido scorrere dei giorni come se si trattasse di un veloce film. Provate a cliccare sull'immagine o sulla scritta che trovate sotto la schermata: "Archivio immagini..." e curiosate pure.

sabato 1 novembre 2014

Maria: una vocazione nomade :-)

Dopo sessanta’anni (1954-2014) la Madonna del lago delle Rovine (Entracque) ha fatto ritorno nella Casa Alpina Champagnat

A volte le piccole storie nascondono il segreto per far camminare la Storia sui sentieri giusti. Abbiamo avuto recentemente la gradita sorpresa di un "ritorno a casa" che la nostra memoria stava rischiando di dimenticare. Fr. Zeno ha racimolato questi scampoli di passato.

Nell’estate dell’anno mariano 1954 i Fratelli Maristi con un gruppo dei loro seminaristi, animati dal Rev. Don Francesco Filippi, avevano deciso di collocare su di un masso, presso il lago delle Rovine, una statuetta della Madonna per accogliere quanti si avventuravano da quelle parti in cammino verso il rifugio Genova, il lago Brocan e, per i più audaci, alla conquista del monte Argentera: uno sguardo, un saluto, una richiesta di protezione. In montagna è più che sufficiente.
In quei tempi, lasciata la strada di S. Giacomo, si raggiungeva il lago delle rovine solamente inerpicandosi per i sentieri, non c'era ancora l'attuale strada asfaltata realizzata dall'Enel.
I gruppi di ragazzi dei Fratelli Maristi che partecipavano ai Campi Scuola estivi, attorno a questa immagine, facilmente si sono soffermati anche per celebrarvi la santa messa.
Ma negli anni 70, essendo il problema energetico già urgente, l’Enel dava il via ad un ambizioso progetto: la realizzazione di una mega centrale elettrica.
Dapprima l’imponente diga sul fiume Gesso ha dato origine al lago della Piastra. In un secondo tempo, agli inizi degli anni '80, veniva terminata una seconda diga, ancora più ardita, che racchiudeva un bacino ancor più grande, a quota di quasi 2000 mt, che ha sommerso l'antico rifugio Genova.
Nel frattempo si lavorava anche all’impermeabilizzazione del fondale del lago del Vallone delle Rovine.
Gli operai dell’Enel imbattendosi nella statuetta di ghisa, alta circa 35 cm, che dominava dal masso su cui era stata collocata nell’estate 1954, hanno ritenuto opportuno ritirarla e conservarla in un loro magazzino. Solo dopo alcuni anni uno degli stessi operai che prima ancora dell’inizio dei lavori si era aggirato per il Vallone delle Rovine e presso questa immagine si era soffermato, entrando nel magazzino dove era stata riposta, l'aveva riconosciuta e ne aveva segnalato la provenienza. Fattala riparare in corrispondenza del piedistallo e dopo averla fatta riverniciare in tinta oro, ottenne che la statua fosse trasportata nel museo della chiesa Parrocchiale di Entracque. In quei tempi era parroco don Luca. Trascorsero ancora una decina d’anni di quieta attesa.
Il 30 di agosto 2014, dopo la celebrazione della S. Messa presso la Chiesa del Bealetto parlando del più e del meno con il signor Mario Barale si è venuti casualmente sull’argomento della "MADONNA DELLE ROVINE" e sulla sua storia: era proprio lui che l’aveva scoperta nel magazzino in cui si trovava e che l’aveva fatta pervenire presso il museo parrocchiale. Ma il suo posto di origine doveva essere la casa marista.
E così, dopo aver parlato con il Parroco di Entracque Don Gianni Riberi, Mario  veniva ad annunciare che la Statua della Madonna delle Rovine stava per ritornare a casa e che l’avrebbe riportata lo stesso Don Gianni (che è anche l'attuale vicario generale della diocesi di Cuneo)
Così il primo settembre 2014 la statuetta della Madonna rientrava nella Casa Alpina Marcellino Champagnat (cliccando qui potete visionare anche altre foto di questa raffigurazione).
Bentornata a casa, in attesa di una sistemazione più adatta, ben sapendo che... Maria ha un cuore di tenda.
L'amico Mario Barale ci ha anche affidato una immagine che testimonia la sua familiarità con questa statuetta, che sovente andava a visitare insieme alla consorte, MariaRosa (tra l'altro è l'unica immagine che abbiamo rintracciato della statuetta nella sua posizione originale).


sabato 16 agosto 2014

La grande festa dell'Assunta

Festeggiare l'Assunta ad Entracque, per i Maristi, è una tradizione che ormai supera il mezzo secolo di presenza. E le buone tradizioni prendono linfa dalla vita che continua. Ecco allora che nella festa del 15 agosto di quest'anno fr. Zeno è riuscito a far convergere diverse ricorrenze di un certo peso. Anzi, conteggiandole tutte si superava di colpo il doppio centenario!
Nella estiva cornice della casa Alpina (finalmente!) si sono ritrovati proprio in tanti. Oltre 70 persone per festeggiare diversi cinquantesimi. P. Luigi, dal 2003 cappellano estivo della casa ricordava i suoi 50 anni di messa; i coniugi Passione hanno celebrato i (primi) 50 anni di matrimonio, alla presenza dei figli e dei nipoti, e poi i 50 anni di professione religiosa per fr. Zeno e fr. Marino, giunto fresco fresco (!) dalla Tanzania.
Ci siamo trovati intorno all'altare, con la celebrazione della solenne festa e poi ... intorno alla mensa, per continuare in modo conviviale e fraterno questo splendido giorno d'incontro.
Provate a sbirciare tra le foto, cliccandoci sopra, per vedere se vi riconoscete :-)

domenica 20 luglio 2014

Arrivederci, Lena

Da pochi giorni abbiamo salutato la nostra cara amica Lena, che per tanti anni ha lavorato presso la nostra casa con il suo inconfondibile stile e impegno. Ci ha lasciati il 12 di luglio,  Tanti fratelli l'hanno conosciuta nel corso dei suoi lunghi anni di servizio e in tanti hanno saputo apprezzarla. La vogliamo ricordare con queste parole 
                                               Carissima Lena
Grazie per il tuo sorriso, per il tuo entusiasmo instancabile, per il canto che scaturiva dal tuo animo in cui la presenza di Gesù e di Maria, nostra Buona Madre, era di casa e risuonava negli ambienti in cui ti muovevi.
Chi ti ha conosciuto negli anni prima del “terremoto” che ha scombussolato la tua vita ti ricorda così.
Forse nelle centinaia di bambini a cui negli anni hai provveduto
il ricordo è stato sopraffatto da tante esperienze accatastate nel tempo, ma sia negli Animatori che in tanti Fratelli, allora giovani, rimane vivo il pensiero di “MAMMA LENA”.
Quante volte durante i miei spostamenti tra le comunità mi veniva chiesto: “E MAMMA LENA come sta?”
“Non dimenticare di salutare MAMMA LENA!...”
Ora puoi fare molto di più!
Ricordati di tutti noi.

Ciao, Fr. Zeno 


i funerali della signora Lena Marcellino, si sono svolti ad Entracque il giorno 14/7/2014

domenica 6 luglio 2014

Campo estivo del centro sportivo di Genova

Da martedi 1° luglio a domenica 6 intensa è stata l’attività dei “PICCOLI ATLETI” del Gruppo Calcio del Centro Sportivo Champagnat di Genova, guidati dal Signor Francesco  De Benedictis e da Pietro Caprotti che nonostante “alcuni” momenti di sorprese atmosferiche  hanno saputo creare interessi  ed entusiasmo: gli allenamenti specifici, qualche passeggiata, il campionato mondiale di calcio (!?!?)... i tornei di ping-pong e di calciobalilla… ed i meritati momenti di riposo.
Non possiamo dimenticare la presenza di Daniela e delle sue collaboratrici che almeno in tre momenti della giornata erano lì pronte per il rifornimento dei motori.
E, nell’ultima serata, la premiazione!
Gloria e onori per tutti!

domenica 29 giugno 2014

L'esperienza del campo Marcha

e dopo i ragazzi delle medie, ecco i ragazzi del Mar-Cha di Cesano Maderno. Da giovedì 26 fino a domenica 29 giugno hanno vissuto un lungo fine-settimana dal sapore speciale.
Sotto la guida di Manu e Paola hanno "ridipinto" giorni di impegno, di svago, di contatto con gigli e sassi della montagna (e chi se lo dimentica più il Valasco!).
 clicca x vedere le foto

E adesso via, verso nuove avventure - per non dimenticare, ecco per voi una carrellata di foto!

domenica 22 giugno 2014

Si è concluso il primo campo estivo - ciao Genova & Cesano

Chi l'avrebbe mai detto che alla partenza del campo la pioggia sarebbe arrivata non dal cielo ma...dalle lacrime dei partecipanti?
Ebbene sì, la fine del campo ha portato anche questa nota umida, ma si sa, le cose belle e significative si vivono fino in fondo. Complimenti a tutti quanti, animatori e ragazzi!

Ma il bello della giornata è stato proprio  nella condivisione con le famiglie di questa giornata finale. Dopo la serata del venerdì, con l'animazione (e la ri-animazione dovuta agli effetti della partita dei mondiali, povera Italia, sigh!) e gli ultimi momenti intensi, il sabato era dedicato alle valigie e alla preparazione con le famiglie. Genova era praticamente al completo, i Cesanesi, data la distanza, erano comunque ben rappresentati. Prima del pranzo tutti hanno potuto ammirare il Lip Dub realizzato con impegno e fantasia dai ragazzi, per le vie di Entracque. come promesso... eccolo su questa pagina!
E naturalmente poi ci siamo tutti accomodati sotto la "taverna del Tiglio", con le tavole preparate nel cortile, a cielo alto, per gustare il pranzo  preparato da Daniela, Gianna e la supervisione di fr. Zeno.
Quindi, caricate le valigie e salutati i monti... poco alla volta si riparte.
Ciao Entracque, alla prossima avventura.

E naturalmente... vi lasciamo con un po' di acquolina in bocca, e con la nostalgia delle foto dell'ultima giornata del campo.



mercoledì 18 giugno 2014

Dopo la prima escursione...

In realtà la meta ufficiale della prima escursione dei ragazzi doveva essere la fontana dei 40 bicchieri.A giudicare dall'acqua che c'era lungo la strada, dovevano essere molti di più :-)
Ma che bello camminare in mezzo ai boschi, ammirando le montagne ancora coperte di nubi e di neve (sull'Argentera e sul Gelas si vedeva neve fresca!), ascoltare il ruscello gonfio di acqua, calpestare le pozze formate dai mille ruscelli (ecco perché si chiama "entracque"!), farsi traghettare dagli animatori e soprattutto... tornare a casa in pulmino per evitare l'acquazzone. Ma vivere un campo significa anche questo.
Per deliziare i vostri occhi abbiamo preparato un po' di foto di questi primi giorni


e per far capire che a tavola ... non si scherza, per gentile concessione vi mostriamo la foto della cuoca e ... della sua aiutante (giudicate voi se la cuoca ufficiale è quella di destra o di sinistra).

lunedì 16 giugno 2014

E finalmente... il Sole!!!

Bene, in barba a tutte le previsioni che davano diluvi di pioggia per tutta la settimana, oggi pomeriggio il sole ha finalmente preso il sopravvento sulla vallata di Entracque.
E così il campo ha subito preso un altro colore. I ragazzi hanno così scoperto che ad Entracque c'è una piscina che si affaccia sui monti, in mezzo ai prati e ai boschi: giochi in acqua, palleggi sul prato, un po' di sole da prendere a pieni orizzonti.
E poi in serata un giro turistico del paese: praticamente i nostri ragazzi sono gli unici ospiti di Entracque!

Da quest'oggi è poi operativa anche la webcam della Casa Alpina "M. Champagnat", così basta un'occhiata per sapere subito "che tempo che fa"! Ogni 5 min. l'immagine viene aggiornata.

giovedì 12 giugno 2014

In arrivo il primo gruppo dei campi estivi maristi

Da sabato 14 giugno la casa di Entracque non sarà più quel luogo "tranquillo e silenzioso" che tanta pace al cuore infonde... Stanno arrivando i primi ospiti! Ma... niente paura ;-)
Si tratta dei Gruppi di Amicizia di Genova e di Cesano, un originale "gemellaggio" che vedrà insieme ragazzi di prima e seconda media. Per adesso non ci allarghiamo troppo con le anticipazioni (anche perchè con i mondiali alle porte, i curiosi saranno già ben occupati!) sarà bello vivere questi giorni in amicizia e serenità.
Il campo prevede attività fino al pomeriggio di sabato 21.
E se qualcuno ci dice che la foto è un po' ...datata, niente paura, dalla prossima settimana provvederemo anche a mettere sul sito delle foto nuove!
E giusto  per vedere quanto ci azzeccano le previsioni, pochi minuti prima di partire abbiamo scaricato il meteo della settimana (da www.ilmeteo.it), alla fine vedremo se...

venerdì 25 aprile 2014

In vista della prossima riapertura

La Casa Alpina si sta preparando alla prossima stagione estiva, da giugno 2014 la struttura sarà aperta e sono previste già numerose presenze.
Per informazioni e contatti vari è possibile chiamare il responsabile della struttura, fr. Zeno, al seguente n. di cellulare: 329-9027373 oppure tramite posta elettronica all'indirizzo entracque@maristi.it

Benvenuti sul nuovo blog della casa alpina "Champagnat"

Benvenuti su queste pagine!
Stiamo lavorando al rifacimento del sito della Casa Alpina dei Fratelli Maristi di Entracque per renderlo più completo e facile da consultare.

Per il momento abbiamo semplicemente riadattato i contenuti che erano già presenti nella vecchia edizione (per i nostalgici ecco com'era la prima versione del sito), ma siamo in attesa di aggiungerne di nuovi e di migliorarne la visibilità.

Naturalmente... si accettano consigli!